26/10/2021 Mooseek 0 Commenti

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

Photo by Vojtech Okenka from Pexels

Oggi grazie alla tecnologia digitale, con l’utilizzo di app di gestione aziendali possiamo rendere la nostra attività lavorativa più semplice. Prendiamo come esempio il caso delle nota spese e di come attraverso le opzioni dei software sia possibile tracciare ogni singola voce di spesa, di chi per ragioni di lavoro è costretto a muoversi e a spostarsi fuori dall’azienda. Proprio per questo motivo tenere traccia delle spese ci aiuta a gestire al meglio un budget, a eseguire dei calcoli, a gestire l’ufficio contabile e a fare ogni altro tipo di procedura di rendicontazione in modo facile, snello e a prova di errori.

La tecnologia digitale rende le operazioni di rendicontazione più efficaci

Vediamo quindi come per tutto quello che riguarda attrezzature, inventario, licenze e via dicendo, per le piccole imprese sia necessario tenere i conti in regola e avere un quadro di quante uscite ci siano a livello periodico, annuale, per la rendicontazione dell’azienda. Proprio per questo motivo diventa fondamentale avere tutto segnato, tenere traccia delle spese e oggi grazie alle app e ai software digitali di contabilità è possibile eseguire questo tipo di operazioni, con poco tempo e con una percentuale di errore sempre più ridotta e prossima allo zero. I dati pubblicati su modello europeo, indicano come già da qualche anno, grazie al contributo dei software digitali gestionali, sia diventato possibile avere sempre un quadro soddisfacente della situazione.  Per merito dell’esplosione di app rivolte al monitoraggio del denaro, diventa più semplice e preciso tenere traccia delle spese aziendali affrontate durante l’anno. Tra queste c’è sicuramente molto da dire su come si effettuano i calcoli per il costo chilometrico e per coloro che si spostano per ragioni di lavoro, affrontando spese di rappresentanza.

Come effettuare un calcolo costo chilometrico nel nostro Paese

Effettuare il calcolo di costo chilometrico è importante per quel genere di dipendente e di lavoratore che deve utilizzare la propria autovettura o furgone per svolgere la propria mansione lavorativa, che per le normative vigenti prevede che una determinata azienda conferisca il rimborso al fine di coprire le spese di manutenzione e del carburante consumato durante tutto il tratto di percorrenza, nei limiti del buonsenso.

È un dato importante visto che per il calcolo di questi costi il soggetto montante, cioè chi conduce e svolge un’attività con il proprio mezzo di locomozione, rappresenta un costo effettivamente sostenuto, attraverso la metodologia di calcolo basato sul numero complessivo di chilometri percorsi. Proprio per dare maggiori ragguagli è stata realizzata una tabella con le tariffe ACI per il 2021 che ci indica come il calcolo di costo dei KM venga realizzato anche in base ai modelli delle autovetture, considerando anche il consumo medio di macchine a benzina, a gasolio o con motore ibrido per i modelli di recente immatricolazione.

Conclusioni

I software gestionali sono oggi disponibili anche in versione mobile per dispositivi Android e iOS, dato che è sempre più frequente che ogni lavoratore utilizzi il proprio smartphone come strumento di lavoro. Questa tecnologia lavora a favore del concetto di ridurre il consumo di carta, quindi viaggia parallelamente anche in termini di ecosostenibilità. In più grazie alla riduzione dei tempi di lavorazione e di gestione, diventa possibile inviare i dati in tempo reale, tramite software che andrà a processare la pratica a livello istantaneo. Un metodo di lavoro che è stato ormai adottato da sempre più aziende e imprese presenti in Italia, mentre nel Regno Unito e negli Stati Uniti d’America è diventato ormai necessario. Un nuovo metodo per abbattere costi ed essere più funzionali, dinamici e competitivi.

 

Autore: Mooseek
Articolo creato il: 26/10/2021
Categoria: CommercioDirectoryOfficePrimo PianoSoftwareTecnologia
Tags: Commercionota speseOfficeSoftware
Commenti: 0 Commenti

Condividi questo Articolo

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi Articoli

Esiste su YouTube un corto realizzato direttamente dalla Pixar che riassume le vicende del fortunato film di animazione Monsters & Co. Fino qui nulla di strano se non fosse che il corto di cui si sta parlando non è un estrapolato delle immagini del cartone animato ma è un vero e proprio filmato realizzato in […]

Continua

Rilasciato a Gennaio 2004 come applicazione per la gestione di blog, WordPress negli anni si è evoluta nel tempo diventando la piattaforma di riferimento per la creazione e la gestione di siti, e-commerce, vetrine e portali: i dati ci dicono di una base che sfiora il 40% di tutti i siti web che in questo […]

Continua

Appassionati di Finanza? Ecco una lista aggironata di blogs tutti dedicati al mondo finanziario. Dentro naturalmente tutte le notizie piú fresche e stuzzicanti per voi innamorati dei soldi. Oggi si parla molto di azioni, investimenti, prestiti ed ovviamente crytpovalute ma districarsi in questo complicato mondo non è affatto semplice. Raccolta di blog dedicati alla finanza […]

Continua

Lo sviluppo di applicazioni nell’era di Internet è notevolmente cambiato. Le possibilità di comunicazione offerte della Grande Rete hanno modificato il lavoro dello sviluppatore sotto molti aspetti. Oggi chi produce applicazioni ha molta più possibilità di accedere a documentazioni ed informazioni un tempo disponibili soltanto attraverso la lettura di libri specialistici o cospicui manuali. Produrre […]

Continua

Negli ultimi vent’anni il mondo è passato dalla rivoluzione digitale alla rivoluzione di internet. L’uomo più ricco del pianeta – che se la contende con gli altri Paperoni digitali – è Jeff Bezos, il magnate che ha fondato Amazon, l’azienda di distribuzione di oggetti e contenuti più importante del pianeta. Il mondo è già online, […]

Continua
Tutti gli Articoli