12/06/2007 Mooseek 1 Commento

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

safari_512x512.jpg

L’annuncio che ha colto più di sorpresa la platea del WWDC è stato, senza alcun dubbio, lo sbarco di Safari sulla piattaforma Windows.

Apple, per questa nuova avventura, ha scelto di puntare sulla stessa ricetta usata per il lancio del primo Safari su Mac OS X: interfaccia, sicurezza e soprattutto prestazioni.

Tra le novitè ,la velocitè  di rendering delle pagine,viene considerato da Cupertino un parametro fondamentale per giudicare la qualitè  di un browser, la migliorata gestione dei pannelli (i noti tab), per la cui gestione è ora possibile utilizzare il drag&drop.

Apple distribuisce Safari 3.0 in beta pubblica, in versione per Windows XP, Windows Vista e Mac OS X, con caratteristiche analoghe a questo indirizzo.

Autore: Mooseek
Articolo creato il: 12/06/2007
Categoria: AppleCuriositàNotizieSoftwareWindows
Tags:
Commenti: 1 Commento

Condividi questo Articolo

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

Commenti

Una replica a “Safari su Windows!!!”

  1. alessiofbt ha detto:

    Era molto meglio che non venisse pubblicata la release per windows.

    Ho provato a vederla su un sistema windows vista ed ecco quali sono stati i primi accorgimenti:

    Non legge i testi nei siti web (ehm…. ? normale?) cosa verificata anche da altri utenti.

    Crasha troppo spesso, almeno su tutte le pagine che precaricano java.

    Riconosciuti gi?? una trentina di worm che lo attaccano, classificato anche come pi? vulnerabile di quanto sia stato internet explorer

    non permette di disabilitare il cleartype, e inoltre non rispetta neanche i standard di contrasto del cleartype di windows

    ? un browser che per avviarsi richiede gi?? solo 120.000 kbyte molto 3 volte pi? di firefox.

    Insomma 3 volte meno pratico, 3 volte meno efficente a leggere le pagine, 3 volte meno sicuro, 3 volte pi? pesante…..

    secondo me apple dovrebbe immediatamente sospendere i download dal sito di safari per windows, e mettersi a scrivere da zero il codice per applicarlo in un modo pi? pertinente a essere un “browser”.

    ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi Articoli

Al momento, sappiamo che ci sono sempre più piattaforme multimediali in streaming sia per l’intrattenimento, che per il lavoro. Nota dolente é il fatto che gli abbonamenti premium sei servizi in streaming hanno sempre un prezzo elevato e non tutti possono permetterselo. Prendiamo Netflix come esempio: nessuno guarda Netflix tutti i giorni, ma per comprarlo […]

Continua

Il mondo Internet è sempre più social non solo nel senso di social network ma di condivisione delle informazioni. La condivisione delle informazioni personali e delle risorse reperite all’interno della “Grande Rete” è infatti motivo di comunicazione continua tra gli utenti. Spesso capita infatti che navigando su Internet ci si imbatta  in video interessanti e […]

Continua

La sicurezza e la privacy dei dati è una prerogativa fondamentale per qualsiasi sistema operativo moderno. L’accesso non consentito ai documenti da persone non autorizzate è spesso bloccato a livello di sistema e senza la possibilità di scavalcare queste policy da parte del normale utente. Cosa succede però se si vuole oppure si ha la […]

Continua

Gli italiani amano il gioco d’azzardo, è una sorta di tradizione per il nostro Paese. Nelle case si giocano sia a giochi di abilità che giochi di fortuna, sia per hobby che per divertimento. Il problema semmai è che in Italia non è facile trovare luoghi sotto casa dove poter giocare ai giochi da casinò […]

Continua

Mai come in questo periodo l’attenzione dei consumatori verso l’aumento dei prezzi dei carburanti è cosi alta. Una situazione delicata che gli eventi internazionali ed il galoppare dell’inflazione stanno rendendo più complicato creando uno scenario di non facile soluzione. In quello che sembra essere diventato un far-west fortunatamente esistono possibilità di risparmiare anche in maniera […]

Continua
Tutti gli Articoli