15/10/2020 Mooseek 0 Commenti

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

Sì, anche i Mac sono suscettibili a malware e virus tanto quanto un PC Windows, ed è probabilmente nel tuo interesse avere almeno una o due app in grado di fornirti una protezione extra e maggiore tranquillità.

In un recente report pubblicato da MalwareBytes, la società afferma che i Mac “hanno superato i PC Windows per numero di minacce rilevate per endpoint”. In parte però, è anche vero che l’aumento dei tassi di rilevamento è probabilmente correlato all’aumento delle installazioni di MalwareBytes su Mac, che è (ovviamente) il modo in cui MalwareBytes misura il numero totale di minacce. Tuttavia, il punto è chiaro: i Mac non sono invulnerabili. Più protetto per certi versi sì, ma non invulnerabile.

Certo che lo sappiamo; lo sappiamo benissimo. Se ci si limita all’App Store del Mac, le probabilità che sarai mai colpito da un virus o malware variano da infinitesime a basse. Quindi, se questa è l’esperienza che vivi con il tuo Mac ogni giorno, potresti non aver bisogno di app antivirus o antimalware. Tuttavia, non vedo perché non dovresti semplicemente installarli comunque, perché un po’ di sicurezza in più non fa mai male, ma non ho intenzione di spaventarti e spingerti a farlo cercando un antivirus affidabile per Mac.

Se fossi in te, inizierei sicuramente installando MalwareBytes. No, questa non è una pubblicità gratuita per l’azienda. Questo scanner di malware gratuito è stato a lungo una parte fondamentale della cassetta degli attrezzi digitale di molti smanettoni. Dovrai eseguire la scansione manuale del tuo sistema nella versione gratuita, poiché ottieni la scansione in tempo reale solo acquistando la versione premium, ma una scansione settimanale non dovrebbe essere così difficile da ricordare da eseguire. Non ci vuole molto, fissa un appuntamento ricorrente nel calendario; problema risolto.

Inoltre, ti consiglio di provare un buon programma antivirus gratuito: vengono in mente Sophos e BitDefender. Se vuoi davvero approfondire cosa sta succedendo nel tuo Mac, potresti persino integrare (o sostituire) un’app antivirus con qualcosa come Little Snitch, che ti avvisa quando le app sul tuo sistema stanno cercando di connettersi a un qualsiasi tipo di server Internet . È gratuito da utilizzare per tre ore alla volta (con riavvii infiniti), quindi puoi provarlo per vedere se ti piace.

Non scaricare qualunque cosa per difenderti!

Non importa cosa, non scaricare semplicemente le vecchie appantivirus o antimalware che trovi sull’App Store. Sebbene Apple faccia il possibile per tenere lontane le app “spazzatura”, non c’è alcuna garanzia che tu non stia effettivamente scaricando un malware camuffato da applicazione “utile”. Scarica solo app di aziende famose, anche se a volte possono essere loro stesse “junk”!

Non fa mai male aggiungere un solido adblocker al tuo browser e noi  consigliamo di utilizzare Ublock Origin e Privacy Badgerfinché questi programmi saranno supportati, gratuiti e funzionanti. Puoi anche provare uMatrix, ma è più adatto agli utenti avanzati che vogliono davvero controllare ciò che appare nei loro browser.

E, ovviamente, resisti all’impulso di navigare in siti poco trasparenti, scaricare torrent a caso dalla rete e installare app o script di cui non hai mai sentito parlare (e che nessun altro consiglia davvero). Ciò comprende estensioni a caso per il browser, che potrebbero farti più male che bene. In definitiva, le tue abitudini digitali sono la prima linea di difesa contro malwaree altre app dannose; meno scarichi roba di cui nessuno ti ha mai parlato e meglio è.

Preoccupazioni relative alla privacy

L’utilizzo di un prodotto antivirus, in particolare uno che include strumenti per migliorare anche la propria privacy online, potrebbe indurti a credere di essere al sicuro dal furto di dati. Non è proprio così. Anche se non c’è motivo di farsi prendere dal panico.

Innanzitutto, un prodotto antimalware può caricare il testo completo dei file contrassegnati nel cloud, dove può essere analizzato da strumenti separati. Questa pratica è normale e sensata: alcuni malware possono rilevare quando un processo in esecuzione può esaminarlo e quindi intraprendere sotterfugi. I produttori di software antivirus possono anche accedere ai loro enormi database per esaminare i file con caratteristiche che attivano i loro algoritmi, determinati elementi che corrispondono al malware noto. Di conseguenza, i ricercatori di sicurezza scoprono nuovi virus, worm, cavalli di Troia e simili.

Tuttavia, aiutare il bene superiore significa che dovrai sentirti a tuo agio nel fidarti di una terza parte per il contenuto del tuo file. Laddove appropriato, abbiamo notato problemi di politica sulla privacy in alcuni casi.

In secondo luogo, un software può anche fare affidamento in parte o interamente su controlli basati su cloud di URL, malware e simili. Di conseguenza, un pacchetto AV potrebbe caricare ogni URL che visiti, metadati su file, firme di file, informazioni sull’hardware del tuo computer, un elenco di applicazioni in esecuzione o installate e altro ancora. Le aziende variano in base alla divulgazione di tali politiche e potrebbero non consentire all’utente di rinunciare a questo tipo di condivisione.

Terzo, i produttori di software antimalware sanno anche cosa sta accadendo sul tuo computer, poiché che viene monitorato o bloccato e possono utilizzare tali informazioni per i propri scopi. In alcuni casi, puoi disattivare questa raccolta di informazioni, quindi, controlla bene ciò che installi!

Condividi questo Articolo

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi Articoli

AnyViewer è un software desktop remoto affidabile e potente creato allo scopo di fornire agli utenti lo strumento di accesso remoto e supporto remoto più efficace. Per ringraziare tutti gli utenti del loro supporto l’azienda produttrice di AnyViewer ha organizzato un grandissimo Giveaway dedicato dalla durata limitata dal 22 Giugno 2022 al 16 Luglio 2022 […]

Continua

Al momento, sappiamo che ci sono sempre più piattaforme multimediali in streaming sia per l’intrattenimento, che per il lavoro. Nota dolente é il fatto che gli abbonamenti premium sei servizi in streaming hanno sempre un prezzo elevato e non tutti possono permetterselo. Prendiamo Netflix come esempio: nessuno guarda Netflix tutti i giorni, ma per comprarlo […]

Continua

Il mondo Internet è sempre più social non solo nel senso di social network ma di condivisione delle informazioni. La condivisione delle informazioni personali e delle risorse reperite all’interno della “Grande Rete” è infatti motivo di comunicazione continua tra gli utenti. Spesso capita infatti che navigando su Internet ci si imbatta  in video interessanti e […]

Continua

La sicurezza e la privacy dei dati è una prerogativa fondamentale per qualsiasi sistema operativo moderno. L’accesso non consentito ai documenti da persone non autorizzate è spesso bloccato a livello di sistema e senza la possibilità di scavalcare queste policy da parte del normale utente. Cosa succede però se si vuole oppure si ha la […]

Continua

Gli italiani amano il gioco d’azzardo, è una sorta di tradizione per il nostro Paese. Nelle case si giocano sia a giochi di abilità che giochi di fortuna, sia per hobby che per divertimento. Il problema semmai è che in Italia non è facile trovare luoghi sotto casa dove poter giocare ai giochi da casinò […]

Continua
Tutti gli Articoli