05/05/2022 Mooseek 0 Commenti

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

 

Polkadot è un protocollo che permette di effettuare trasferimenti di qualsiasi tipo tra blockchain diverse e DOT è il suo token nativo. L’ obiettivo primario è quello di fornire un web decentralizzato open-source e user-friendly.

Il progetto Polkadot è stato introdotto dalla “Web3 Foundation” nel 2016 ed è stato fondato da tre persone: Gavin Wood (co-fondatore di Ethereum), Robert Habermeier e Peter Czaban.

Nel corso di questo articolo vedremo cos’è Polkadot e scopriremo le sue componenti principali, compresa la Relay Chain, il cuore della rete!

Cos’è Polkadot?

Polkadot (DOT) è un protocollo blockchain di ultima generazione che consente di effettuare transazioni cross-chain di qualsiasi tipo: token, dati o asset. In questo modo, rende una quantità enorme di blockchain interoperabili tra loro.

Polkadot può collegare più blockchain in una singola “rete unificata”. Il protocollo offre così agli utenti un controllo completo sui termini e le condizioni di un’azienda o di un monopolio.

In sostanza, Polkadot cerca di costruire un web completamente decentralizzato ed efficiente. Tutte le blockchain indipendenti possono poi condividere dati personali e transazioni attraverso la catena di rete Polkadot.

Punti di forza di Polkadot

Vediamo ora i principali vantaggi del protocollo Polkadot (DOT):

  • Collega più blockchain: Polkadot è spesso chiamato “Sharded blockchain”. Significa che collega più catene di blocchi all’interno di una singola rete. Permette dunque alla blockchain di elaborare informazioni e transazioni simultaneamente con garanzie di sicurezza.
  • Modello di sharding eterogeneo: Ogni blockchain nella rete è ottimizzata in base ai singoli utenti piuttosto che costringere l’utente ad adattarsi al “modello unico”.
  • Governance trasparente: Polkadot è alimentato dalla comunità. Il suo protocollo può essere governato da qualsiasi individuo che possiede DOT. Tutte le parti interessate possono proporre qualsiasi cambiamento o modifica al progetto esistente. Inoltre, gli utenti partecipano all’elezione dei membri del consiglio.
  • Componibilità della cross-chain: I token Polkadot (DOT) offrono la componibilità cross-chain. La funzionalità di passaggio dei messaggi permette agli individui di comunicare tra loro e condividere informazioni. Con un ponte, i frammenti Polkadot possono anche comunicare con protocolli finanziari decentralizzati e reti esterne come Ethereum.

Come funziona Polkadot?

Polkadot (DOT) permette transazioni da più blockchain nella rete allo stesso momento. Queste possono poi essere ottimizzate secondo l’uso specifico.

Il protocollo Polkadot ha 3 componenti principali sulle quali basa il suo funzionamento:

  • Relay Chain: È considerata il livello centrale della rete. La catena aiuta a creare costante interoperabilità e sicurezza intorno alla rete di blockchain multiple. La Relay Chain ha di proposito funzionalità minime, non supporta ad esempio gli smart contract. Il suo obiettivo è infatti quello di coordinare il sistema nella sua totalità e le parachain collegate. – Nella Relay Chain, i validatori controllano tutte le transazioni della rete mettendo in stake i token DOT nativi della rete. L’architettura di Polkadot consente diverse tipologie di transazioni che consentono ai validatori di interagire con i meccanismi di governance, con le aste parachain e con il Proof-of-Stake nominato (NPoS).
  • Parachain: La Parachain è composta da singole blockchain che sono collegate in modo parallelo. Ogni singola catena di blocchi avrà i propri token che potranno essere ottimizzati per i singoli casi d’uso.
  • Bridges (ponti): Il bridge permette alla parachain di comunicare con le catene stabilite o con blockchain esterne come Bitcoin, Ethereum o altro. La tecnica degli smart contract “Break-in e Break-out” permette alle altre blockchain di comunicare tra loro sulla rete Polkadot.

Condividi questo Articolo

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi Articoli

Photoshop lo sappiamo benissimo è il programma di grafica più usato al mondo ed è da sempre il Re incontrastato dei favori per tutti coloro che utilizzano e creano grafica in ambito professionale. Saper usare il programma di Adobe al meglio è la conseguenza di anni di lavoro e di professionalità acquisita nel tempo, ma […]

Continua

Lui è Ugo Negozi @ugo_legozzi ed è un divertentissimo profilo Instagram tutto da seguire. Il nostro amico di Lego è un protagonista di un viaggio irriverente all’interno di oggetti e situazioni sempre con frasi taglienti e dirette, alle volte irriverenti, ma sempre spassose. Se siete appassionati di profili alla Spinoza (eccolo su Twitter @spinoza) non potete evitare […]

Continua

Il mondo della musica è forse quello che più di ogni altro si è dovuto adattare al meglio al nuovo mondo digitale. I computer, Internet ed in generare gli apparecchi per fare musica sono oggi il mezzo con cui artisti, cantati e suonatori esprimono la loro creatività. Tramite il computer non solo si crea musica […]

Continua

When assessing a software development company, it is essential to pay attention to their questions. Are they taking the time to find out more about you and what you want, or are they in a hurry to offer you a proposal and a price? Coming up is a list of the top considerations essential for […]

Continua

Con la diffusione dell’informatica e soprattutto delle macchine fotografie digitali, l’editing delle immagini e delle fotografie sta assumendo un ruolo centrale per un numero sempre maggiore di persone. Migliorare la propria collezione fotografica o abbellire con oggetti aggiuntivi le immagini del proprio archivio può oggi essere eseguito da tutti con programmi appositi senza necessariamente essere […]

Continua
Tutti gli Articoli