24/06/2007 Mooseek 0 Commenti

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

Su internet si vocifera la diffusione di un nuovo virus Trojan che colpisce il nuovo sistema operativo Microsoft, il cui scopo naturalmente è tentare di truffare la vittima prendendo i dati riservati dalla propria carta di credito.

virus_alert.jpg

Il virus, nome in codice kardPhisher.A è un cosiddetto cavallo di troia, e una volta che ha infettato il computer, registra in un file ogni cosa che viene digitata sulla tastiera. Fatto questo, al prossimo riavvio del computer appare un falso messaggio da dove si evince che la licenza di Windows è stata giè  attivata da un altro utente pertanto bisogna procedere alla sua “regolare” riattivazione compilando un modulo online (specificatamente creato dal truffatore) dove oltre ai dati anagrafici viene chiesto di inserire il numero della carta di credito, il codice CCV (Card Verification Value) e il codice Pin dati che saranno utilizzati per svuotare il conto disponibile sulla carta stessa.

Nel caso l’utente non dia l’approvazione del modulo con i propri dati e, quindi, annulla la procedura di registrazione, il computer si spegne immediatamente e al successivo riavvio di Windows il messaggio prontamente riappare.
Il modo più rapido per non far più apparire il “falso messaggio” è compilare per intero il modulo online fornendo ovviamente le generalitè  e il numero di carta di credito fasulli, ma per stare tranquilli occorre fare un’analisi approfondita del proprio computer con un valido Antivirus aggiornato (cosa importantissima) associato a un programma specifico Antispyware.

Autore: Mooseek
Articolo creato il: 24/06/2007
Categoria: Notizie
Tags:
Commenti: 0 Commenti

Condividi questo Articolo

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi Articoli

La posta elettronica ricopre ancora oggi un ruolo importantissimo non solo ovviamente in ambito professionale ma anche in ambito domestico. Uno strumento a cui è impossibile rinunciare considerando il fatto che per comunicazioni veloci la via migliore sono certamente gli strumenti di Instant messaging, ma per comunicazioni più approfondite (e volendo più ufficiali) le emails […]

Continua

AnyViewer è un software desktop remoto affidabile e potente creato allo scopo di fornire agli utenti lo strumento di accesso remoto e supporto remoto più efficace. Per ringraziare tutti gli utenti del loro supporto l’azienda produttrice di AnyViewer ha organizzato un grandissimo Giveaway dedicato dalla durata limitata dal 22 Giugno 2022 al 16 Luglio 2022 […]

Continua

Al momento, sappiamo che ci sono sempre più piattaforme multimediali in streaming sia per l’intrattenimento, che per il lavoro. Nota dolente é il fatto che gli abbonamenti premium sei servizi in streaming hanno sempre un prezzo elevato e non tutti possono permetterselo. Prendiamo Netflix come esempio: nessuno guarda Netflix tutti i giorni, ma per comprarlo […]

Continua

Il mondo Internet è sempre più social non solo nel senso di social network ma di condivisione delle informazioni. La condivisione delle informazioni personali e delle risorse reperite all’interno della “Grande Rete” è infatti motivo di comunicazione continua tra gli utenti. Spesso capita infatti che navigando su Internet ci si imbatta  in video interessanti e […]

Continua

La sicurezza e la privacy dei dati è una prerogativa fondamentale per qualsiasi sistema operativo moderno. L’accesso non consentito ai documenti da persone non autorizzate è spesso bloccato a livello di sistema e senza la possibilità di scavalcare queste policy da parte del normale utente. Cosa succede però se si vuole oppure si ha la […]

Continua
Tutti gli Articoli