06/04/2016 Mooseek 0 Commenti

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

chat_sindrome

Oggi le conversazioni vis a vis sono sempre più rare e stanno cedendo il passo alla comunicazione digitale, ai rapporti virtuali, in ogni loro declinazione.

Oggi non si parla, si chatta. Oggi non sei chi sei, ma sei chi vuoi. Si, perché il virtuale è tale proprio perché abbatte il muro della realtà, annulla i confini dell’identità, delle inibizioni. Oggi si può decidere di essere ragazzini o adulti, si può persino fare un switch di identità sessuale senza passare dal chirurgo. Si può essere aitanti, biondi o mori. Si può essere un amante perfetto, o il migliore amico di chiunque. Si può fare un viaggio virtuale negli uno, nessuno e centomila pirandelliani che prendono forma, web-socialmente, nelle chat.

Ma quanto è pericolosa questa “rete di sentimenti”, questo labirinto di anime virtuali e di infinite possibilità di realizzazione narcisistica? Tanto.

E sono poche di contro le community che, quanto meno, avvertono circa i pericoli di questo viaggio tra realtà e finzione. Pericoli che hanno un nome: Sindrome da chat o Internet Addiction Disorder (IAD).

Questo disturbo può innescarsi in maniera latente nell’individuo, ed oggi è quasi una condizione di normalità soprattutto per gli adolescenti, che potrebbero stare giorni a digiunare ma neanche un minuto senza il loro smartphone.

Ma se per certi versi ci si è ormai rassegnati a far rientrare questi atteggiamenti nell’ordine della normalità fino ad una certa età, con l’assunzione di una responsabilità sociale maggiore, la schiavitù dalle comunità virtuali e da internet in generale può diventare patologica ed avere risvolti pericolosi.

Ce lo dicono gli esperti di Chatinsieme.it, che proprio nel menu del loro sito hanno inserito una pagina con i consigli sull’utilizzo della chat per non cadere nel vortice della dipendenza.

Spesso ci si butta nelle chat per costruirsi un mondo virtuale abitato solo da chi vogliamo noi. Che poi, non sono altro che proiezioni di noi stessi” ci dice il team di chatinsieme. “Non è molto dissimile da quanto avviene con le droghe: si tratta ugualmente di una fuga da una realtà ostile per trovare riparo in una nuova super-realtà in cui tutto sembra possibile”.

La sindrome da chat può portare l’individuo a trascurare la famiglia, il lavoro, gli hobby, per sfogare  frustrazioni e senso di solitudine nell’incorporeo. E spesso è un circolo vizioso, un cane che si morde la coda: come si fa a tornare alla realtà quando tutte queste sensazioni piacevoli sono a portata di clic?

Autore: Mooseek
Articolo creato il: 06/04/2016
Categoria: DirectoryInternetPrimo PianoSocietaSoftwareTecnologia
Tags: chatcomunicareinternetsocieta
Commenti: 0 Commenti

Condividi questo Articolo

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi Articoli


In una situazione in cui i cellulari sembrano ormai tutti uguali e con pressoché le stesse funzioni, il reparto fotografico e il terreno di gioco in cui i produttori si giocano la partita. Apple naturalmente é ben cosciente del fatto che presentare la potenza fotografica dei sui device può essere un punto importante a favore […]


Questa collezione di Sfondi estrapolati dalla MIUI 12 di Xiaomi, la distribuzione Android che equipaggia i device MI dell’azienda, è una bella selezione che abbiamo avuto modo di intercettare grazie ai ragazzi di Xda-Developers Non è una raccolta nuovissima perché come sappiamo già oggi Xiaomi è al lavoro sulla MIUI 12.5, ma vista la quantità […]


Quando si parla di ASCII vuol dire parlare di una codifica di caratteri utilizzata dai computer di tutto il mondo. Uno standard risalente agli anni 60 che è l’acronimo di American Standard Code for Information ASCII è l’acronimo di American Standard Code for Information Interchange (ovvero Codice Standard Americano per lo Scambio di Informazioni)Il suo […]


A poche ore dall’annuncio ufficiale di Samsung della nuovo smartphone Samsung Galaxy S21 svelato in tutte le sue varianti durante l’evento Unpacked 2021 sono già disponibili per il download gli sfondi ufficiali che verranno inclusi all’interno dei device. Sono una raccolta in alta definizione che contiene le immagini sia in versione scura che chiara, e […]


Districarsi nel labirinto delle assicurazioni auto non è certamente facile. Un mondo fatto di polizze, preventivi ed offerte da perderci la testa. Con l’avvento di Internet la possibilità di scegliere l’assicurazione giusta è aumentata esponenzialmente assieme però alla complessità della scelta dell’operatore assicurativo giusto per le proprie esigenze. Come sempre infatti non esiste l’assicurazione giusta […]

Altri Articoli