11/06/2020 Mooseek 0 Commenti

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

Forse non sempre ci facciamo caso ma ogni volta che installiamo una nuova app ci vengono richieste una serie di autorizzazioni da dare all’app stessa per accedere a delle funzioni del nostro smartphone. Un esempio? Quando installiamo WhatsApp, questa ci chiederà di accedere a Contatti, Fotocamera, Microfono, Geolocalizzazione e tutta un’altra serie di permessi.

Solitamente pensiamo che queste autorizzazioni servano per far funzionare l’app, ed è certo una delle ragioni per cui ci vengono chieste questi permessi, ma altre volte le autorizzazioni accedono a dati personali e a funzioni ed è qui che sorgono i dubbi su dove e come vengono usati questi dati. C’è stato un gran parlare dell’app Immuni e di come poteva garantire l’anonimato seppur tracciando gli spostamenti delle persone. Molte altre app sviluppate in questo periodo accedono alla localizzazione per tracciare i nostri contatti e questo è sicuramente un pericolo maggiore rispetto all’uso del Bluetooth di Immuni. Secondo un sondaggio rilasciato da ExpressVPN, il 75% degli intervistati negli Stati Uniti è convinto che queste app violino la privacy ma a ben pensare, ci sono molte altre app che usiamo quotidianamente che accedono ai nostri dati.

A questo punto è bene conoscere quali sono le autorizzazioni che concediamo alle varie app e a cosa servono:

  • Calendario: se conservate i vostri impegni e riunioni sul calendario dello smartphone una app con accesso ad esso potrà condividere le vostre abitudini e anche contatti registrati negli eventi.
  • Fotocamera: app-malware con accesso alla fotocamera possono registrare e usare le foto a piacimento.
  • Contatti: accedere a tutti i numeri in rubrica (molto spesso finiscono in liste per call center)
  • Posizione: ogni nostra posizione viene tracciata e monitorata, sia in casa sia fuori.
  • Microfono: registra audio e conversazioni
  • SMS e Telefono: queste due autorizzazioni possono accedere a messaggi e chiamate effettuate
  • Archiviazione: accesso ai file del telefono

Se molte di queste servono davvero a far funzionare le app, molte altre autorizzazioni hanno lo scopo di raccogliere dati, usati poi a scopo pubblicitario e di profilazione.

Come possiamo trovare le autorizzazioni concesse e modificare l’app? dalle impostazioni:

App (o gestisci app) >> Selezionate l’app  >> Permessi app (o autorizzazioni) >> da qui potete capire a che funzioni accede ogni app e scegliere se rimuovere o no il permesso.

Come proteggere anche la vostra privacy ed i dati personali

Oltre a decidere se rimuovere alcune autorizzazioni, vi ricordiamo che potete facilmente seguire qualche semplice consiglio di cybersecurity per proteggere la vostra privacy, i vostri dati personali e anche i vostri dispositivi:

  • Munitevi sempre di un antivirus o un filtro anti phishing, anche su smartphone
  • Fate attenzione ai siti e ai link di download: assicuratevi sempre che siano affidabili
  • Usate una virtual private network se vi connettete con una rete WiFi pubblica, disponibile anche come estensione su Chrome.
  • Aggiornate sempre le app e il sistema operativo: in questo modo gli sviluppatori risolvono bug e problemi relativi alla sicurezza.

Basta poco per rimanere sicuri anche sul proprio smartphone.

Condividi questo Articolo

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi Articoli


In una situazione in cui i cellulari sembrano ormai tutti uguali e con pressoché le stesse funzioni, il reparto fotografico e il terreno di gioco in cui i produttori si giocano la partita. Apple naturalmente é ben cosciente del fatto che presentare la potenza fotografica dei sui device può essere un punto importante a favore […]


Questa collezione di Sfondi estrapolati dalla MIUI 12 di Xiaomi, la distribuzione Android che equipaggia i device MI dell’azienda, è una bella selezione che abbiamo avuto modo di intercettare grazie ai ragazzi di Xda-Developers Non è una raccolta nuovissima perché come sappiamo già oggi Xiaomi è al lavoro sulla MIUI 12.5, ma vista la quantità […]


Quando si parla di ASCII vuol dire parlare di una codifica di caratteri utilizzata dai computer di tutto il mondo. Uno standard risalente agli anni 60 che è l’acronimo di American Standard Code for Information ASCII è l’acronimo di American Standard Code for Information Interchange (ovvero Codice Standard Americano per lo Scambio di Informazioni)Il suo […]


A poche ore dall’annuncio ufficiale di Samsung della nuovo smartphone Samsung Galaxy S21 svelato in tutte le sue varianti durante l’evento Unpacked 2021 sono già disponibili per il download gli sfondi ufficiali che verranno inclusi all’interno dei device. Sono una raccolta in alta definizione che contiene le immagini sia in versione scura che chiara, e […]


Districarsi nel labirinto delle assicurazioni auto non è certamente facile. Un mondo fatto di polizze, preventivi ed offerte da perderci la testa. Con l’avvento di Internet la possibilità di scegliere l’assicurazione giusta è aumentata esponenzialmente assieme però alla complessità della scelta dell’operatore assicurativo giusto per le proprie esigenze. Come sempre infatti non esiste l’assicurazione giusta […]

Altri Articoli