22/01/2007 Mooseek 0 Commenti

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

Microsoft è stata sempre al centro di mille critiche per come i suoi sistemi operativi gestiscono la memoria RAM. Con il nuovo Windows Vista, la software house ha posto seriamente l´accento anche su questi aspetti cercando di migliorare non solo l´utilizzo della RAM ma introducendo anche nuove ed interessanti funzionalitè .

Le tecnologie mirate a questi scopi prendono il nome di SuperFetch, ReadyBoost e ReadyDrive.

La tecnologia Windows Superfetch permette un caricamento più rapido di file e applicazioni che vengono maggiormente usate dall´utente. La novitè  sta sia nella tecnologia stessa sia nell´algoritmo di calcolo dello schema di prioritè  delle applicazioni utilizzate che tiene conto di quello che viene fatto durante la settimana o nel solo weekend, o ancora a determinate ore del giorno. In questo modo, il sistema operativo precarica in memoria quelle che, con la maggiore probabilitè , saranno le applicazioni richieste dall´utente e in questo modo egli le avrà  a disposizione con più celeritè . Anche quando il sistema è fermo e vengono eseguiti tipici task in background come un controllo antivirus o una pulizia del disco, queste operazioni avvengono con una bassa prioritè  tale da non “rubare” memoria alle applicazioni che l´utente si appresterà  ad utilizzare quando egli tornerà  davanti al computer.

La tecnologia Windows ReadyBoost permette di accelerare il caricamento di file e applicazioni grazie ad una semplice memoria flash USB. In qualunque momento l´utente puè² connettere un drive USB al sistema e scegliere di attivare questa modalitè . Sarà  il sistema, poi, ad occuparsi di cosa memorizzare su tale memoria al fine di accelerare le operazioni di apertura di file e programmi e migliorare l´esperienza dell´utente. La memoria flash utilizzata per la tecnologia ReadyBoost non puè² essere contemporaneamente utilizzata per altri scopi ma comunque puè² essere disconnessa in qualunque momento senza che vi sia perdita di dati o errori di sistema. Inoltre, i dati memorizzati da Windows Vista sul disco sono criptati al fine di evitare qualunque problema di privacy.

La tecnologia Windows ReadyDrive sfrutta la tecnologia ReadyBoost attraverso una memoria flash integrata sugli hard disk con vantaggi molto interessanti in special modo per il segmento dei notebook. Grazie a ReadyDrive, infatti, si riducono i consumi della batteria e si aumenta la vita media degli hard disk. Questo accade in quanto le operazioni di avvio del sistema operativo, quelle di resume da uno stato di ibernazione e cosè¬ via, sono più veloci e vengono effettuate accedendo ai dati principalmente salvati sulla memoria flash e non sul disco. In questo caso, perà², ci sentiamo di porre un accento sulla vita media delle memorie flash che, come ben noto, non brilla certo per queste caratteristiche.

Articolo apparso su:dinoxpc.com
Autore: Mooseek
Articolo creato il: 22/01/2007
Categoria: Recensioni
Tags:
Commenti: 0 Commenti

Condividi questo Articolo

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinedIn Condividi su Telegram Condividi su WhatsApp Condividi su Flipboard Condividi su Pinterest Condividi su Tumblr Condividi via SMS Condividi via Email

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi Articoli

AnyViewer è un software desktop remoto affidabile e potente creato allo scopo di fornire agli utenti lo strumento di accesso remoto e supporto remoto più efficace. Per ringraziare tutti gli utenti del loro supporto l’azienda produttrice di AnyViewer ha organizzato un grandissimo Giveaway dedicato dalla durata limitata dal 22 Giugno 2022 al 16 Luglio 2022 […]

Continua

Al momento, sappiamo che ci sono sempre più piattaforme multimediali in streaming sia per l’intrattenimento, che per il lavoro. Nota dolente é il fatto che gli abbonamenti premium sei servizi in streaming hanno sempre un prezzo elevato e non tutti possono permetterselo. Prendiamo Netflix come esempio: nessuno guarda Netflix tutti i giorni, ma per comprarlo […]

Continua

Il mondo Internet è sempre più social non solo nel senso di social network ma di condivisione delle informazioni. La condivisione delle informazioni personali e delle risorse reperite all’interno della “Grande Rete” è infatti motivo di comunicazione continua tra gli utenti. Spesso capita infatti che navigando su Internet ci si imbatta  in video interessanti e […]

Continua

La sicurezza e la privacy dei dati è una prerogativa fondamentale per qualsiasi sistema operativo moderno. L’accesso non consentito ai documenti da persone non autorizzate è spesso bloccato a livello di sistema e senza la possibilità di scavalcare queste policy da parte del normale utente. Cosa succede però se si vuole oppure si ha la […]

Continua

Gli italiani amano il gioco d’azzardo, è una sorta di tradizione per il nostro Paese. Nelle case si giocano sia a giochi di abilità che giochi di fortuna, sia per hobby che per divertimento. Il problema semmai è che in Italia non è facile trovare luoghi sotto casa dove poter giocare ai giochi da casinò […]

Continua
Tutti gli Articoli